Maria Antonietta – Cantautorato Punk con le palle

Pesaro, classe 1987, un po’ Carmen Consoli un po’ PJ Harvey, questa è Maria Antonietta, bipolare e al confine tra attitudine Punk e confessioni di un amor non cortese. Si definisce “Rude, irregolare, aspra come uno schiaffo in pieno volto, e poi improvvisamente leggera e crepuscolare come Nina Nastasia, si fa agile, esile, femminile”, io aggiungerei romantica e disperata, vittima del suo stesso cuore malato. Una cantautrice italiana con le palle insomma.

 

Maria Antonietta music

Se la prende con Gesù Cristo Maria Antonietta, maledicendolo per averle inflitto questa sua ossessione verso le figure martiri come Giovanna D’Arco e Santa Caterina, un ossessione diventata possessione quando decise di chiamarsi Maria Antonietta. Per chi non lo sapesse, Maria Antonietta fu la giovane figlia di Francesco I d’Austria data in matrimonio nel 1770 a Delfino di Francia unicamente per risanare l’alleanza tra Francia e Asburgo, ed additata come una straniera dal carattere frivolo e dalla condotta leggera, con un’ostinata intromissione nelle faccende private dell’aristocrazia. Una figura scomoda insomma. Talmente scomoda che per le sue convinzioni reazionarie fu processata e condannata alla ghigliottina, ma che nel momento dell’ardua sentenza dimostro a tutti gli spettatori come questa donna definita “leggera e capricciosa” sia invece fredda, impassibile e fiera delle sue idee. Lasciò la vita con un agghiacciante silenzio intriso di dissenso verso una cultura morta e sepolta che godeva nel guardare le carneficine altrui. Maria Antonietta se ne andò con un sincero vaffanculo verso quella cultura così frivola e stupida.

 

Lasciando da parte la storia e tornando alla musica, ho conosciuto quest’artista grazie a Rockambula (WebZine con il quale collaboro), che ne ha parlato all’interno della sezione Pills. L’ho ascoltata, l’ho benedetta ed infine ho comprato il disco. Dicono che live sia lagnosa, ma io diffido delle voci ed aspetto di vederla in azione e forse dire con gioia immensa che sia irritante (questo è un complimento sia chiaro). Maria Antonietta si divide tra mielosità acida e sincera rabbia compulsiva, e per farvelo capire ecco qui una traccia estratta dal suo ultimo album dall’omonimo titolo:

 

 

Per saperne di più:

Official Site

Facebook

 

STAY ROCK, FOLLOW ON FACEBOOK & SHARE!