Donne Elettroniche – Ellen Allien: Ecco perché il vinile batte il digitale!

Ellen Allien, classe 1968, fondatrice nel ’99 dell’etichetta BPitch Control e DJ/Producer berlinese non ha bisogno di presentazioni: è un must ed una garanzia tutta in rosa della scena elettronica europea e non solo. Dopo 4 anni d’attesa nel 2017 rilascia l’album “Nost”, un ritorno al sound Techno delle origini dopo una fase ambient/sperimental secondo me poco riuscita.

Convenevoli a parte in una lunga intervista per Future Magazine parla dell’importanza del vinile e di quanto tutti gli effetti digitali usati ed abusati dalla maggior parte dei DJ odierni gli stiano stretti. Oggigiorno infatti con la miriade di strumenti a disposizione si può creare un DJ set molto più dinamico, veloce, e che fa venire voglia al pubblico di alzare le mani al cielo e gridare… Ma vuoi mettere la sensazione che da un set fatto di canzoni scelte accuratamente (dato che i vinili pesano), lunghe, imperfette, ipnotiche e che ti fanno venir voglia di chiudere gli occhi e viaggiare ballando in modo personale? Direi che non c’è paragone!

“Playing records is like traveling through time”

Oggi tutta la musica è ispezionata, sezionata ed iper curata nei minimi dettagli, ma ciò molto spesso comporta solamente una autocelebrazione tecnica dei DJ che purtroppo si dimentica una cosa fondamentale: trasmettere delle sensazioni ed un messaggio attraverso la selezione dei brani.

STAY ROCK, FOLLOW ON FACEBOOK & SHARE!