Dorothy: Quando il Rock puzza di femmina!

Lei è Dorothy Martin (si ha il cognome delle celebri chitarre) è una Femmina con la effe maiuscola e una voce che rompe anche le pietre! Ed insieme ai suoi amici picchiatori di corde e tamburi forma quel sound Blues/Hard Rock tanto caro agli anni settanta e che tanto ci mancava. Insomma loro sono i Dorothy Band e spaccano i culi!

In giro dal 2014 sfornano diversi singoli, ma è con l’album Rock Is Dead del 2016 che si fanno sentire sbracciando a suon di chitarrone e batterie pestate senza grazia ma con maestria, ed infatti l’album arriva alla vetta della Billboard’s Heatseekers Chart, ed i singoli “Raise Hell” e Dark Nights finiscono persino nella Top 40 della Billboard’s Mainstream Rock Chart.

Ma il colpo di grazia me l’hanno dato durante il live realizzato nel camper di Jam In The Van con la cover No Church In The Wild di Kanye West , covertendo l’Hip Hop in puro Glam Rock pieno di sudore, testosterone ed estrogeni.

Bando alle ciance, ora i nostri 4 amici tornano sulla scena più in forma che mai con l’album “28 Days In The Valley” appena uscito sotto l’etichetta Roc Nation fondata dal celebre Jay Z e che vanta collaborazioni con artisti noti come Rihanna, M.I.A e Shakira. Quindi i ragazzi hanno fatto il botto! Ed infatti il budget a disposizione è aumentato a tal punto da potersi permettere di collaborare con l’immortale Linda Perry alla produzione.

L’approccio in studio è stato dunque diverso e meno Rock’n’Roll, ed a tal proposito ecco un aneddoto molto divertente ed esplicativo di come si sono evolute le cose: Dorothy fa le 5 di mattina ed il giorno dopo tutta sbattuta corre in studio per registrare (cantando ovviamente di merda), quindi la saggia Perry gli dice chiaramente di non aver tempo da perdere con chi butta via il proprio talento! Il risultato? La ragazza sputa fuori un disco meno distorto e più blues, meno incazzoso e più introspettivo, ma pur sempre un pugno nello stomaco in salsa sessantottiana!

Dall’underground al mainstream cambierà qualcosa? Staremo a vedere se il cashè a disposizione ripagherà le orecchie oltre che portafoglio, e se lo spirito di gruppo sopravviverà oppure avrà la meglio la carriera solista della front woman. Per ora godiamoci il nuovo singolo “Flawless”. Ciao Belli!

STAY ROCK, FOLLOW ON FACEBOOK & SHARE!