Donne col basso: Nik West

Apro oggi una nuova serie di articoli suddivisi in tre categorie: Donne col basso, Donne con la chitarra e Donne elettroniche, in cui presenterò artiste che spaccano. E quindi si inizia da… Nik West!

Nik West Queen of StringsBassista e cantautrice di Phoenix, Nik West ha suonato con artisti del calibro di Prince, John Mayer, Marcus Miller, è stata definita la “Lenny Kravitz al femminile” da Dave Stewart (Eurythmics), nel 2013 ha partecipato alla realizzazione di una nuova linea di bassi Fender (Dimension Bass), ed ha fondato la competizione Queen of Strings in cui le donne si sfidano a colpi di plettro.

Insomma di cose ne ha fatte e di cose ne fa!

 

Poco tempo fa ho potuto apprezzarla live all’Estival Jazz di Lugano, festival che dal 1979 anima le estati luganesi con una serie di concerti gratuiti (per la cronaca quest’anno si sono alternati sul palco Lisa Simone, Bill Evans, Julian Marley, Steps Ahead, Noa, …) il tutto in diretta tv sulla RSI.

La bella Nik si è presentata sul palco accompagnata dalla band con la sua immancabile cresta e coloratissimo look, dominando lo stage a suon di funk, soul e rock. Durante il concerto si sono susseguite mosse da rockstar, assoli di basso, inediti e cover, concludendo il concerto con un omaggio al recentemente scomparso Prince (artista al quale era particolarmente legata), e quindi vai col finale a ritmo di “You don’t have to be rich to be my girl, you don’t have to be cool to rule my world!”.

Se vi é piaciuta Nik West allora direi che è il caso di ascoltarvi Meshell Ndegeocello, ed invece ritornando ai prossimi articoli, rimanete connessi perché nelle prossime settimane si parlerà del nuovo album di PJ Harvey,  la linea di chitarre realizzata da St. Vincent, e la storia dell’elettronica con Pauline Oliveros.

STAY ROCK, FOLLOW ON FACEBOOK & SHARE!